La bellezza salverà il mondo

Lo scrissi a commento d’un post d’un blog , la deliziosa trovata del principe, la risposta non fu prevista. Aria fritta, mi si rispose, roba da salotti buoni. (Mi fate un favore, se vi va, prima di proseguire a leggere, m’avviereste la musica in fondo, così si capisce meglio quello che voglio dire?) Non m’offesi, nemmeno replicai, che le querelle m’annoiano. Mi dicono che col tempo si diventa brontoloni e insofferenti. Invece, io, m’adagio, mi sorprendo di flemme imperturbabili, che Giobbe pare yuppie isterico. M’indigno, sì, che se non lo fai hai sangue ad acqua, ma non m’altero, non m’adiro, non sfido a singolar tenzone, lascio correre. Che mi pare fatica sprecata che oggi le idee sono cose che sanno di cristallo di sale, ma pure non si sciolgono nemmeno nell’acqua ragia.

Poi forse aveva ragione lo (o forse “la”, chissà, non mi sono informato) sprezzante blogger, anche se a pensarmi frequentatore di salotti buoni, un po’ mi venne da ridere, col mio bivani senza doppi servizi, il salotto che s’affonda nella cucina (angolo cottura, a dire il vero), le mie bettole sgangherate, le osterie perdute ed il trekking attraverso i ciottoli d’un fiume – ormai – asciutto, alternativa alle scalinate dirupate di antico centro dimentico d’essere tale, che si sgretola ad ogni passaggio di fortunale, ma anche di brezzolina. La bellezza salverà il mondo, e chi può dirlo, in effetti? Che lo scoglio su cui nacqui m’è caro della sua bellezza, ma la barchetta legnosa e rugginosa di chiodi, quando arriva la protervia dell’onda, è meglio che da lì ce la togli, bello per quanto ti pare starsene lì, ma c’è il rischio che t’illumini d’incenso. E poi che la bellezza è tale per taluno, per altro è noia pura, è dato di fatto. Che mi s’arriccia il pelo a brivido dinnanzi a immagini che per mondi paralleli paiono d’autentica fiaba. Di converso, m’agghindo a riso estatico al cospetto di certe suggestioni che per altri sono discaricabili. Così ci rifletto e penso, e mi sovviene che pure questo mondo non mi piace, dunque, a che mi giova salvarlo? Non meriterebbe forse che cercassi io – e mi impegnassi a tal uopo – quell’eutanasia che pare ricercare avidamente? È che poi si fa sera, e m’avvedo in testa di quel fiume di ciottoli cui racconto storie, del paese diruto, della bettola e del vino con quei quattro compagni (di viaggio), forse messi male in arnese almeno quanto me. Mentre mi verso un bicchiere di rosso, il crostino pane e pomodoro, intorno c’è jazz e sulle ginocchia un libro che parla d’un pescatore scortese, e mi viene da pensare: “che bellezza”. Ed almeno per stasera sono salvo.


80 risposte a "La bellezza salverà il mondo"

  1. Chi lo sa… forse é diventata una frase confezionata talmente scontata che non fa rilievo nemmeno nei saldi …
    Mi rammento di un pensiero che disse Toni Servillo in un film … lui era Gambardella …
    “Finisce tutto così, con la morte. Prima però c’era la vita, nascosta dal bla bla bla.” Cosa c’entra ? La vita é una grande bellezza … in un modo o nell’altro salverà capra e cavoli … 😄 cosa c’è di più bello di un “pane cunzato”? Mangiatelo pure nella versione Toscana, sempre cunzato é ! 👍buona serata.

    Piace a 3 people

      1. La metafora del pane schittu ha da far pensare a quelli che non vedono la bellezza in niente … ( e che quindi restano a bocca asciutta) e che hanno da ridire sul fatto che non é la bellezza che salverà il mondo. Oddio cosa c’è di più bello di un muffuletto appena sfornato ! Mó c’ho fame uff!

        Piace a 1 persona

      2. Basta però non vi posso lasciare un secondo che mi fate dieci post di vino e cibo!!! Niente parmigiana stasera? Vi odio, io son di fagiolini e fiocchi di latte. Ma la vita è meravigliosa 😃

        Piace a 2 people

  2. Salverà salverà.. perché è un costrutto multidimensionale del tutto personale.. e davanti al pomodoro pieno di sole, la musica e le storie di pescatori.. ti pare che la bellezza non ti stia salvando?

    Piace a 3 people

  3. aria fritta? io con quell’aria fritta mi salvo ogni giorno dalle lordure e mi meraviglio che ci siano persone che non ne avvertono la forza. Ma forse sono tanto insensibili e ciniche da non cogliere nemmeno la bellezza di un sorriso, di un opera d’arte, di un’alba che si stiracchia

    Piace a 2 people

  4. Magari il salotto aristocratico può essere una metafora per descrivere il tuo modo di scrivere. Quindi una connotazione letterari che io personalmente apprezzo. Leggere i tuoi post significa prendersi tempo e gustare lo stile più che cercare una storia avvincente😉

    Piace a 1 persona

    1. Beh, grazie. Mi fa piacere🙂. Credo però che nell’intenzione che citavo, vi fosse proprio un accenno sprezzante di fastidio. Non credo che quel blogger fosse a conoscenza di cosa o come scrivessi. Ma si sa, la bellezza è anche varietà d’opinioni, spesso totalmente autoreferenziali.

      "Mi piace"

  5. Forse la parola bellezza può sembrare superficiale, ma invece proprio questa parola include tante caratteristiche e non solo quella visiva: la bellezza dell’anima, della poesia… e tante altre.
    Buona serata

    Piace a 1 persona

  6. Beh.
    Sulla vostra chiacchierata mi associo a quanto dice Manuela Di Dalmazi e, naturalmente, mi piace la sfaccettatura evidenziata da Lyth.
    Sul resto, è certo così. Non perché è l’unica possibilità (ciò indurrebbe solo illusione).
    Occorre infatti ascoltare bene Dostoevskij e secondo lui la Bellezza è Cristo.
    Come dire: la Bellezza ha un senso al di là della eventuale sensazione di piacere soggettivo.
    La Bellezza è il senso del mondo, è il senso di tutto e tutto ha senso.
    La Bellezza è l’armonia della creazione, dove addirittura il Male trova posto e significato.
    Io di solito non lo so, io di solito non lo vedo, io quasi mai me lo ricordo, ma questo è problema mio e non dell’universo.
    Vabbeh, mi perdonerete per queste robe che scrivo, peraltro nemmeno a casa mia, ma sto finendo un raccontino sulla Genesi…

    Piace a 1 persona

  7. Certo la bellezza salverà il mondo o lo renderà un poco più vivibile, ma uno ce la deve pur mettere la bellezza; o cercarla o evidenziarla quanto meno. Che se uno si strafà di tequila o di poesia tedesca dell’ottocento si riempirà certo di bellezza che resterà dentro di lui e lo farà si un uomo migliore ma poca ne riverserà nel pollaio nel quale viviamo. Ci vuole anche la voglia di salvare il mondo e con la voglia il lavoro e la fatica.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...